A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
N
 
O
 
P
 
R
 
S
 
T
 
V
 
U
 
Z
 
 
 
 
 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IL PIRATA CON UNA EDUCAZIONE DA CORSARO 
 
Edward Teach (1680 ca.- 1718) risulta con il soprannome “Barbanera”, come il pirata più famoso della Storia. Si pensa sia nato a Bristol in Inghilterra, anche se non è certo; certo risulta invece il suo trascorrere gli anni della giovinezza su una nave da guerra corsara durante la “Guerra di successione spagnola” (nota come la “Guerra della regina Anna”) e naturalmente anche il luogo della morte per la gloria del suo uccisore.  
Barbanera è senz'altro il pirata più famoso della Storia in quanto tutti conoscono il suo nome, però non fu il più crudele. Non uccise mai nessuno dei suoi prigionieri e trattò sempre bene il suo equipaggio nel periodo (detto “l'età d'oro della pirateria”), tra il 1716 e il 1718, quando ebbe il controllo completo dei Mari dei Caraibi. Questo è senza dubbio frutto della sua educazione corsara. Ai vari capitani corsari era permesso assaltare le navi mercantili nemiche, però sempre con comportamenti signorili che dovevano poi essere riferiti ai governi dove pagavano i tributi per essere legalizzati nelle ruberie.  
Barbanera preferì costruirsi un personaggio capace di terrorizzare con sistemi psicologici puntanti soprattutto sulla sua figura (si diceva fosse assai inquietante), piuttosto  di usare la crudeltà vera e propria. Dopo la fine della guerra, rimasto senza lavoro, egli si unì alla ciurma del pirata Benjamin Hornigold, il quale lo mise al comando di una imbarcazione a vela con un solo albero. Questa alleanza fu fruttuosa perché i due divennero famosi per aver assaltato ben 20 navi in 18 mesi. 
Barbanera riuscì poi ad impossessarsi di un vascello con 40 cannoni (nave a vele tipica delle marine militari) e ne fece la sua ammiraglia chiamandola: “Queen Anne's revenge” (probabilmente per le  origini inglesi). Con i suoi sistemi i seguaci di questo pirata aumentarono parecchio nel giro di poco tempo e alla fine lsi ritrovò con una vera e propria flotta a furia di catturare navi. Tutto gli andò bene per un po', finché il governatore della Virginia, il politico, militare britannico Alexander Spotswood, ordinò al tenente di vascello della Marina inglese Robert Maynard, di catturare Edward Teach vivo o morto.  
Barbanera ebbe la sfortuna di trovarsi sguarnito di uomini la sera del 21 novembre 1718, quando venne attaccato da Maynard mentre si trovava nell'insenatura dell'isola di Ocracoke, uno dei suoi nascondigli preferiti. Dopo una sanguinosa battaglia dove si dice abbia venduto cara la pelle, venne ucciso e la sua testa mozzata infissa sulla punta del bompresso della nave di Maynard.  
Questa fu la fine poco gloriosa della carriera di un pirata, tanto brillante da riuscire a rubare più di 140 navi e in grado affascinare con un aspetto inquietante perfino molte donne (si sposò ben 14 volte), ma non al punto da scrivere da qualche parte il suo luogo di nascita. 
(FAGR 19-03-2021)