A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
 
N
 
O
 
P
 
R
 
S
 
T
 
V
 
U
 
Z
 
 
 
 
 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
L'AMATISSIMO GARIBALDI 
 
Quanto sia stato amato dalla gente comune Giuseppe Garibaldi (1807-1882) è provato dal seguito che ebbe nelle sue imprese anche fuori del territorio italiano (non per nulla veniva chiamato l'eroe dei due mondi).  
Egli fu considerato però un grande amico anche da personaggi famosi, sia italiani come Antonio Meucci (1808-1889), l'inventore del telefono, il quale lo ospitò a lungo nella sua casa negli Stati Uniti, che stranieri come Alexander Dumas padre (1802-1870), lo scrittore francese autore del romanzo “I tre moschettieri”; quest'ultimo volle perfino partecipare personalmente alle sue battaglie e risulta entrato trionfalmente in Napoli al suo fianco.  
Per Garibaldi si era disposti a morire perché si pensava un onore farlo, dopo in molti cercarono di suscitare ancora lo stesso fervore devoto, ma nessuno ci riuscì più con tanto successo. I tempi erano ormai cambiati.  
Il positivismo ottocentesco pian piano svaniva nel nulla lasciando solo le incertezze e lo smarrimento totale del negativismo novecentesco. 
(FAGR 12-7-17) 
 
Giuseppe Garibaldi