SCIENZA OMNIA 
RIVISTA DI SCIENZA ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
N
 
O
 
P
 
Q
 
S
 
V
 
Z
 
 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
 
 
LO SCIENZIATO CHE SOGNO' DI MANDARE L'UOMO SULLA LUNA 
 
Della politica allo scienziato-ingegnere tedesco, il barone Wernher von Braun (1912-1977) non importava proprio nulla, ciò che contò per lui fu sempre il poter realizzare il suo sogno: mandare l'uomo nello spazio. Egli risulta apprezzato da Hitler per la sua invenzione dei razzi V-2 con cui il capo tedesco poté bombardare Londra causando 2754 morti e 6523 feriti, ma venne stimato anche dal presidente americano Kennedy per il suo importante lavoro nel campo della tecnica missilistica.  
Tra le cose eccezionali capitate nella sua vita vi è senz'altro che nessun altro scienziato è mai stato fotografato con due capi di Stato nemici in atteggiamenti amichevoli. Naturalmente per il popolo inglese von Braun resta ancora oggi un criminale di guerra, ma gli Stati Uniti riconoscendo il suo immenso talento scientifico, chiusero un un occhio, anzi due su il suo lavoro a favore di Hitler.  
Alla fine della Seconda guerra mondiale il barone sapeva che se voleva far vivere ancora i suoi sogni non era certo arrendendosi agli inglesi da cui era odiatissimo o ai russi con già parecchi scienziati al loro servizio, per cui ripose ogni sua speranza negli americani; con i suoi collaboratori quindi prese un treno per raggiungere l'esercito degli Stati Uniti e sfuggire a quello inglese e russo. Bisogna ammettere che non sbagliò i suoi conti perché in America poté lavorare alla grande.  
Nel 1944 la Gestapo lo aveva arrestato con l'accusa di crimini contro lo Stato perché insisteva a far pubblicità al suo progetto di mandare l'uomo persino sulla luna, ma poi in cambio del suo lavoro per i razzi V-2, lo rilasciarono e sicuramente pur di continuare i suoi studi missilistici, von Braun avrebbe anche costruito armi anche per gli statunitensi, invece a loro interessò solamente la sua capacità visionaria, così nel 1969 i suoi progetti portarono al successo la Missione Apollo sulla luna. 
Attualmente è riconosciuto come il più grande scienziato della tecnica missilistica ovunque, anche nell'Inghilterra che lo avrebbe fatto impiccare se lo avesse catturato nel lontano 1945. 
 
(FAGR 18-3-18)