ARCHITETTURA OMNIA 
RIVISTA DI ARCHITETTURA ON-LINE 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
L
 
M
 
P
 
R
 
S
 
T
 
V
 
 
 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
UN TEMPIO PER CASA 
 
Non è difficile spiegare il grande successo dell'architettura detta palladiana perché ispirata alle opere dell'architetto veneto Andrea Palladio (1508-1580), esploso nel XVI secolo e continuato fino alla fine del XVIII, perché di certo alla base di tutto vi fu il desiderio di avere una dimora con l'aspetto di un tempio antico.  
Il noto architetto per come rispettò la ricerca rinascimentale nella cultura greca-romana, si può definire un manierista, in quanto i suoi progetti architettonici pur rispettando i desideri di praticità dei commissionanti, copiavano le forme dei templi greci alla maniera dei romani conquistati dalla bellezza delle costruzioni dei loro sottomessi.  
Dopo il periodo medioevale si tornò ad elaborare le antiche idee un po' in tutti i campi dell'arte, compresa l'architettura e il Palladianesimo che ne scaturì, corrisponde ad uno degli stili architettonici più duraturi nel tempo.  
Non soltanto in tutta Europa, ma anche in America, i ricchi signori vollero una casa a forma di tempio per vivere e ricevere ospiti.  
La residenza dello stesso presidente americano, la famosa “Casa bianca”, è in stile palladiano, progettata dall'architetto James Hoban, il quale aveva studiato in Irlanda.  
I trattati di architettura scritti da Palladio vennero stampati e ristampati infinità di volte e non c'è Stato di cultura occidentale che non abbia costruzioni con le classiche colonne greche tanto amate dall'architetto veneto. 
(FAGR 15-2-18)