STORIA OMNIA 
RIVISTA DI STORIA ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
I
 
L
 
M
 
N
 
O
 
P
 
R
 
S
 
T
 
V
 
U
 
Z
 
 
 
 
 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
UNA SPIETATA VENDETTA 
 
Tragica è la vicenda di Carlo Gesualdo (1566-1613), principe di Venosa, conte di Conza e signore di Gesualdo. Egli fu un eccellente musicista e compositore famoso per le sue innovazioni musicali. Nel 1586 sposò la cugina, Maria d'Avalos, ma ella si innamorò presto di un altro uomo, il conte di Ruvo Fabrizio Carafa.  
I loro incontri destarono il sospetto di Carlo, il quale escogitò un piano per coglierli sul fatto. Nel 1590 il principe disse alla moglie che sarebbe stato fuori casa per due giorni, prendendo come scusa una battuta di caccia nel bosco, ma in realtà non partì mai.  
Nella notte tra il 16 e il 17 ottobre, Carlo ebbe le prove del tradimento della moglie trovando entrambi gli amanti nel suo letto e non potendo tollerare il disonore li trucidò entrambi. 
Carlo Gesualdo ebbe la sua terribile vendetta ma da quel momento, non suonò più.  
Restò anche l'ultimo discendente della sua famiglia perché disdegnerà di risposarsi nuovamente; si segregò solo nelle mura del castello-fortezza Gesualdo che ancora oggi portano il suo nome, divenendo un uomo dalla fama di scorbutico e davvero poco socievole. 
 
(FAGR 14-12-17)
 
Carlo Gesualdo