LETTERATURA OMNIA 
RIVISTA DI LETTERATURA ON-LINE 
 
 
 
A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
F
 
G
 
H
 
I
 
M
 
N
 
O
 
P
 
R
 
S
 
T
 
U
 
V
 
 
 
 
 
Tante lezioni gratuite per i più piccoli. 
Visita il sito: 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
UN LIBRO CAPACE DI CAMBIARE IL MONDO 
 
Esistono libri che con i loro contenuto cambiano il corso del progresso umano e tra questi vi è senz'altro “Conversation in Chemistry” della scrittrice britannica di grande sucesso Jane Marcet (1769 – 1858), la quale riuscì ad ispirare il famoso fisico e chimico Michael Faraday (1791 - 1867).  
Da ragazzo Faraday, in assoluta povertà, lesse i suoi scritti e venne affascinato dalle scienze fino a spingersi a studiare come autodidatta. Già, perché Jane aveva la capacità di scrivere libri di scienze in modo semplice e divertente, capaci quindi di dare una vera istruzione scientifica ai giovani.  
Pubblicò spesso sotto falso nome e solo con la dodicesima edizione del suo libro più famoso, appunto “Conversation in Chemistry”, si scoprì che era suo. Jane pensava che come donna i lettori potessero accusarla di ignoranza scientifica e di certo ai suoi tempi non sbagliava.  
Fortunatamente lei fu ben coscia della mentalità ottocentesca e gestì bene la sua carriera, così Faraday riuscì grazie al suo lavoro a contribuire in maniera determinante negli studi dell'elettromagnetismo e dell'elettrochimica.  
Niente sarebbe oggi com'è se quel libro non fosse mai esistito.  
Nemmeno Einstein avrebbe potuto compiere i suoi studi tanto importanti per noi perché Faraday si sarebbe sicuramente impegnato in qualcosa d'altro. 
 
(FAGR 13-11-17)
Jane Marcet 
 
 
 
LA FALSI D'AUTORE GIULIO ROMANO ESEGUE QUALSIASI DIPINTO DAL 1200 AL 1900, CON GLI STESSI PROCEDIMENTI E TECNICHE USATE DAI GRADI MAESTRI DEL PASSATO, REALIZZATI RIGOROSAMENTE A MANO. 
RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO 
info@pec.falsodautoregiulioromano.it